Boa C.I.


Nome comune: Boa constrictor
Nome scientifico: Boa constrictor
Distribuzione geografica: Prevalentemente il sud-America e l'America centrale, più precisamente: Brasile, Messico, Guatemala, Honduras, El Salvador, Tobago, Nicaragua, Costa Rica, Panama, Venezuela, Colombia,  Guyana, Peru, Surinam, Bolivia, Argentina, Trinidad, Antille.
Ordine: Squamati
Sotto-ordine: Ofidi
Infra-ordine: Enofidii
Famiglia: Boidi
Sotto-famiglia: Boinae
Genere: Boa
Specie: Boa constrictor
Sottospecie:
Boa constrictor imperator
Boa constrictor constrictor
Boa constrictor amarili
Boa constrictor occidentalis
Boa constrictor orophias
Boa constrictor longicauda
Boa constrictor nebulosa 
Boa constrictor ortoni 
Boa constrictor mexicana 
Boa constrictor sabogae
Boa constrictor ortonii

 

Una scheda generale sui boa, ad opera del nostro utente Gabriele

 

Habitat:  L'habitat caratteristico è la foresta tropicale, ma si rinviene, anche in zone rocciose, con scarsa vegetazione, o anche in prossimità d'abitazioni.

Dimensioni:Al momento delle nascita i piccoli misurano intorno ai 50 cm. Nei primi anni di vita assistiamo ad una crescita molto rapida, soprattutto nella specie constrictor imperator, almeno 20/40 cm all'anno, fino a raggiungere al terzo anno di età la maturità sessuale, le  dimensioni possono variare molto comunque si aggirano 1,5-2m per un maschi, 2-2,5m per una femmina. La sottospecie constrictor constrictor detiene il primato della specie che può raggiungere i 4 metri di lunghezza però con una crescita più lenta rispetto a quella della specie Boa constrictor imperator.

Indole: Il caratteristica principale del constrictor imperator e che se tenuti bene sono i serpenti più docili che si possano avere. Se maneggiato frequentemente il Boa rimarrà docile per tutta la vita però come in tutte le cose basta usare la razionalità. Se un boa e' in fase di muta non vorrà essere maneggiato, però se un boa è sempre molto aggressivo di certo c’è qualche altro motivo tipo maltrattamenti, terrario inadeguato , temperatura errata, problemi con l’alimentazione, eccezioni fatte con animali di cattura o animali non comprati da beby o animali venduti e rivenduti più volte. Quindi è consigliabile acquistare un beby Boa nato in cattività. Le altre specie tipo i constrictor constrictor tendono a essere un' pò più aggeresivi ma se abituati sin da piccoli possono diventare come I B.C.I..

Terrario: Il terrario minimo per legge deve essere 2/3x1/3x60cm (lunxlarxalt), quindi per un boa maschio adulto deve misurare indicativamente: 1,2 metri di lunghezza, 60cm di profondità e 60cmdi altezza, però è consigliabile un terrario 1,5/2x1x1m. Per il substrato la cosa migliore sarebbe il giornale, economico e igienico, però ha come contro il fatto di essere anti-estetico. Un’altra soluzione sarebbe la corteccia, esteticamente molto carina e può essere lavata ma può provocare problemi intestinali al B. in caso venga ingerito.Una via di mezzo sarebbero 2 tappetini di erba sintetica, quando si sporca uno basta cambiarlo mentre quello sporco viene lavato in lavatrice. Per i beby è consigliabile mettere un ramo ben fissato in modo tale da potergli permettere di arrampicarsi.

Temperatura: Un parametro molto importante per l’allevamento dei boa è la temperatura, essendo animali tropicali la temperatura deva aggirarsi sui 28°/32°c di giorno e 24°/26°c di notte. Quindi in un angolo del terrario una fissiamo una  lampada spot o un tappetino riscaldante per evitare che la temperatura scenda sotto i 26°C. . La lampada spot ed il tappetino vanno schermati (con rete metallica ad es.) per impedire il contatto diretto e le inevitabili ustioni e andrebbero collegati con un termostato interno al ternario e con un timer potremo regolare le ore di luce.  E' buona norma fornire all'interno del terrario una zona più calda ed una più fresca così l’animale si può termo-regolare da solo , per fare questo è sufficiente posizionare la fonte di calore in uno solo degli angoli del terrario.

Umidità:  E' importante mantenere all'interno del terrario un tasso di umidità non inferiore al 50%. Ideale 65-70% . Durante il periodo della muta è necessario innalzare questo tasso fino all' 80-90% per favorire lo staccarsi della vecchia pelle. Per innalzare il tasso di umidità è sufficiente nebulizzare due o tre volte al giorno il ternario, avendo cura di lasciare metà del substrato asciutto. Tenendo sempre all'interno del terrario una vasca d'acqua abbastanza grande perché l'animale possa immergervisi completamente e posizionandola in prossimità della fonte di calore avrete risolto il problema umidità.

Alimentazione: Il boa si nutre esclusivamente di uccelli e mammiferi che devono essere dimensionati in base alla taglia dell'animale. La frequenza del pasto viene calcolata in base all'età dell'animale:Un beby boa(50/60cm) dovrebbe mangiare un topo ogni 4/5 giorni.Un Boa di 80cm già può essere alimentato con giovani ratti una volta alla settimana.Un sub-adulto(1/1,2m) potrebbe già mangiare un ratto adulto ogni 2 settimane.Un adulto (>1,2m) potrebbe mangiare conigli, cavie, polli, una volta a mese per un maschio e ogni due settimane una femmina. Un ultimo appunto sull'alimentazione riguarda l'uso di prede vive o di prede surgelate: la soluzione migliore sarebbe un Fresh Killed, perché se decidiamo di optare per le prede vive dobbiamo  controllare che durante il pasto l'animale non ferisca il serpente e rimuovete la preda qualora venisse rifiutata, se optate per le seconde ricordatevi di integrarle con un complesso vitaminico. Evitate la sovralimentazione che nei serpenti da terrario, a causa della scarsa attività fisica, è molto frequente.
vota: 
Average: 3 (1 vote)
Dai un voto a questo articolo
Abbonamento a Comments for "Boa C.I."