La SpinTeca.

Considerato il continuo interesse da parte di tutti sulla gestione del  calore e dell'umidità nelle nostre teche,io e Spinvera abbiamo deciso di riproporre questo post già presente nel vecchio forum, ma a nostro giudizio utile per far capire come noi ci regoliamo nei confronti di queste necessità.......speriamo di non annoiare i vecchi amici.



    
  

      

Premettendo che in camera abbiamo o il letto in diagonale, restava una forma triangolare dietro la testiera e questa doveva essere la forma della teca. Una volta creata la base le dimensioni risultarono di, 50x90x100hx1,65 di diagonale, ma la struttura non l'abbiamo fatta finire a punta, l'apice  dell'angolo più acuto lo abbiamo troncato formando così un lato di 18cm.,la foto a sinistra dovrebbe rendere l'idea.
      

abbiamo calcolato le misure dei pannelli considerando atttentamente lo spessore del materiale ed abbiamo assemblato il tutto con viti autofilettanti.


  

Non abbiamo usato il multistrato marino,ma semplicemente del trucciolare laminato color ciliegio,preoccupandoci di siliconare tutte le giunzioni onde evitare possibili contatti con l'umidità.

a questo punto ci siamo preoccupati delle prese d'aria e del passaggio dei vari cavetti.Abbiamo forato con una "fresa a tazza" del diametro di 24mm. corrispondenti alla misura dei tappi per acquari,per le prese d'aria e per il cavetto riscaldante ed il termostato abbiamo fatto un foro da 10mm.


per creare la zona calda,abbiamo appoggiato alla base della teca delle tavelle in mattone,che dovranno occupare i 2/3 della superficie della base stessa.Affinche tutto diventi funzionale bisogna far passare il cavetto riscaldante all'interno delle tavelle per far si che:

1) Il serpente non si ustioni con il cavetto stesso.

2) Il mattone riscaldandosi creerà una sorta di "termosifone"
  molto sicuro.


Per avere tutto sotto controllo ognuno di noi usa i propri metodi, noi ci affidimo ad un termoigrometro a doppia rilevazione di temperatura e di umidità.

Chiaramente non ci siamo dimenticati della zona fredda, posizionando l'apposito rilevatore dove non si trovano le tavelle.


Ormai stiamo intravedendo la fine dei lavori, il substrato comincerà a coprire tutte le soluzioni utili a mantenere la giusta temperatura.

La cosa più importante è quella di posizionare la ciotola dell'acqua direttamente a contatto delle tavelle,in maniera di ottenere la giusta umidità.

Ok adesso non rimangono che gli arredi, il primo uno dei più importanti è sicuramente la tana.

Ed infine la palestra,cioè rami in giusta dose.


Grazie a Spindani e Spinvera per questo simpatico ed utile articolo.

 

vota: 
No votes yet
Dai un voto a questo articolo
Abbonamento a Comments for "La SpinTeca."