FAQ Frequently Asked Questions - pitone reale

sp. --> singola specie
spp. --> sarebbe il plurale, quindi tutte le specie
WC --> Wild cought/capture: animale di cattura
CB --> Captive born: animale nato in cattività (i genitori possono però essere wc)
NC --> idem come sopra
LTC --> long time captivity: animale wc da tempo tenuto in cattività
MOM --> malattia osseo metabolica
MORPH --> in italiano equivale alla parola "colorazione"
1.0.0 --> maschio
0.1.0 --> femmina
0.0.1 --> non sessato che può essere sia un baby che un adulto
ultimamente si vede anche 0.0.0.5 --> sarebbero le uova in incubazione. ma in italia mai visto solo su forum esteri

faqs: 
boidi
pitone reale

Ci vuole molta pazienza, sopratutto quando si tratta di pitoni reali, la tecnica più semplice consiste nel muovere il topo/ratto morto (tenedo la coda con delle pinze lunghe) come se fosse vivo davanti al serpente, stimolando l'attacco, con pazienza (e fortuna in certi casi) si riuscirà a "trarre in inganno" l'ofide che  tratterà il pasto come se fosse vivo, con i baby si possono avere maggiori successi.

Se si usa il decongelato, ricordate che la preda (che deve essere perfettamente scongelata) deve essere opportunamente scaldata prima di essere proposta, altrimenti il serpente non la riesce a percepire; se comunque la prende potrebbe avere problemi di digestione o rigurgito.

faqs: 
boidi
pitone reale

controlla l'umidità, potrebbe essere troppo bassa.
controlla anche la temperatura che potrebbe essere troppo alta e guarda se presenta acari/parassiti esterni. Se è tutto a posto probabilmente sta semplicemente facendosi un bagno Wink

Comunque sia documentati sulla tipologia di ofide che hai, alcuni passano buona parte del loro tempo in acqua.

faqs: 
boidi
pitone reale

I morph sono le variazioni genetiche dei singoli soggetti (ad esempio albino, aneritristico, sunglow ecc sono una variazione di colore, e stripped, patterneless, motley ed altri, sono una variazione del disegno del soggetto, chiamato pattern). La locality invece è una, o più di una, caratteristica (di colore o di pattern) che identifica molti esemplari dello stesso areale (ad esempio i b.c.i. hanno diverse locality, come Colombia, Nicaragua, Costa Rica ecc).

faqs: 
boidi
pitone reale

Presupponendo che l'ofide non sia velenoso ( i boidi non lo sono ), nessun problema: disinfetta la parte morsa e non preoccuparti.
Se comunque ha idea che possa fare infezione o che un dente sia rimasto sotto pelle il consiglio è sempre il solito: consultare un medico.

faqs: 
boidi
pitone reale

Molti ofidi, soprattutto i boidi sono più sedentari di altri; se non hanno acari o parassiti interni non c'è motivo di preoccuparsi per questo comportamento. C'è da ricordare che molti serpenti sono comunque notturni per cui di giorno capita spesso di vederli riposare nella tana.

faqs: 
boidi
pitone reale

Per questa domanda ci sono diverse linee di pensiero. La scelta migliore sarebbe il pre-killed, ovvero la preda uccisa appena prima di esser data in pasto, evita la sofferenza della preda (si uccide in modo rapido invece che lasciarla agonizzare qualche minuto fra le spire), e soprattutto evita pericolosi morsi all'ofide (che possono arrecare gravi conseguenze, dalle infezioni alla perdita di un occhio). Il vivo è consigliato solo per esemplari wc o altamente problematici con l'alimentazione, ma sono casi estremi. Il congelato è consigliabile per chi vuole farsi una scorta senza dover uccidere di volta in volta le prede, ma con un periodo superiore ai 3 mesi inizia a perdere le sostanze nutritive (chi fa scorta per un mese non ha problemi), ma elimina anche i parassiti delle prede.

faqs: 
boidi
pitone reale

No, il boa può essere portatore sano di malattie letali per il reale e viceversa, inoltre possono esserci fenomeni di cannibalismo.
La regola generale è che in una teca deve stare un solo serpente!

faqs: 
pitone reale

Beh dipende da quanto tempo si sta fuori casa ... se si tratta di pochi giorni un serpente non ne risente particolarmente:
lo nutriremo prima di partire, ma non a ridosso della partenza, per evitare possibili rigurgiti o problemi di digestione; lasceremo acqua fresca e pulita a sua disposizione, metteremo un timer per l'accensione delle luci e il solito termostato (che già dovremmo avere) collegato al riscaldamento.
Se invece i tempi si allungano la cosa migliore è incaricare una persona fidata e con un minimo di esperienza, in modo che lo controlli ogni tot giorni; altra soluzione è affidarlo direttamente ad un amico di fiducia e sufficientemente preparato in materia.

faqs: 
boidi
pitone reale

L'età dell'ofide non si può stabilire con certezza a meno che non si abbia un cites con data di nascita (o si conosca tramite l'allevatore il giorno di nascita, nell'eventualità che la specie non sia sotto cites). La crescita dell'animale infatti varia in base al regime alimentare a cui è sottoposto. Se prendiamo ad esempio 2 baby nati lo stesso giorno, e alimentiamo il primo una volta ogni 10 giorni e un l'altro ogni 5 giorni, dopo vari mesi si noterà una notevole differenza di stazza nonostante la stessa età.

faqs: 
boidi
pitone reale

Dunque se si parla di rettili in genere, si sono spesso fondamentali per i diurni e facoltativi per i notturni.
Per quanto riguarda i serpenti invece no, non sono necessari per la stragrande maggioranza di essi, fatta eccezione per serpenti con alimentazione particolare come gli insettivori, i piscivori, i mangiatori di lumache ecc. con loro si sono riscontrati maggiori benefici allevandoli con neon uvb non oltre il 5%.

Documentatevi il più possibile in base alla specie che possedete.

faqs: 
boidi
pitone reale

Di solito i serpenti in fuga si nascondono in luoghi stretti, caldi, possibilmente bui .. e anche umidi.
Quasi sempre è necessario ribaltare casa frugando in ogni angolo.
Se si tratta di boidi spesso li si trova avvolti sulle piante che abbiamo in casa o appigli simili mentre i colubridi si intrufolano ovunque, stipiti delle porte, termosifoni, elettrodomestici vari ...
Sempre utile il consiglio di cercare anche in bagno (luogo più umido della casa), dietro la lavatrice e dietro ai mobili.
Altro metodo è quello di spargere per la stanza o per la casa (per la gioia di chi vive con noi) farina bianca, magari mettendo anche un topino in una gabbietta al centro della stanza per attirarlo; il serpente strisciando lascerà delle tracce, e se siamo fortunati seguendo i suoi spostamenti riusciremo a trovarlo alla svelta.

Cercate anche nei luoghi più caldi.

faqs: 
boidi
pitone reale

Le ustioni sono purtroppo molto comuni  nei rettili in cattività, in alcuni casi portano alla morte, spesso sono invece trattabili e guaribili, ma richiedono molto tempo e cure; a seconda della gravità provocheranno una cicatrice permanente.

La "cura" migliore è la prevenzione, ma se il tuo ofide/rettile si è ustionato non resta che correre ai ripari:

prima di tutto devi  trovare ed eliminare le cause dell' ustione, lampade , cavetti riscaldanti, tappetini, rocce riscaldanti ecc, devono essere controllate  scrupolosamente e isolate dall' ofide, controllate con scrupolo anche il regolare funzionamento dei termostati e ricordate che spesso le teche hanno impianti a 220, per cui evitate eventuali scosse.

Se il problema è il riscaldamento correte ai ripari, ma ricordate che un ofide malato, ed in questo caso ustionato, ha bisogno di un ambiente con i giusti parametri ambientali per guarire, per cui evitate di lasciare al freddo l' ofide.

La seconda cosa che dovete fare è portare l' ofide ustionato da un veterinario, evitate il fai da te.

Dovrete anche riallestire la teca, rendendola il più possibile sterile, almeno fino a che l' ustione non è guarita, questo per evitare eventuali infezioni.

Ricordate sempre che il trattamento delle ustioni è molto più difficoltoso e dispendioso rispetto ad una regolare prevenzione.

In alcuni casi succede di confondere una ustione con una dermatite, è una cosa che ho visto fare anche a veterinari con una certa esperienza, per cui prendete in considerazione anche questa evenienza.

faqs: 
boidi
pitone reale

Si è possibile ed è anche probabile, i reali sono animali spesso timidi e si lasciano maneggiare, ma sono pur sempre ofidi ed è possibile che mordano sia per difendersi che per predare, possono diventare mordaci anche se stressati.

Il loro istinto è molto forte, per cui se sentono odore di cibo e sono affamati, quasi sicuramente cercheranno di prendersi tutto quello che si muove, compresa la mano del loro padrone, se incautamente messa nella teca.

Se avete preso il vostro reale da poco, lasciatelo tranquillo, evitate di maneggiarlo per almeno una settimana, fate in modo che nella stanza non ci siano fonti di stress (rumori, stereo e TV ecc) e rendete la teca accogliente, con i giusti parametri ambientali e almeno due tane, in cui possa rifugiarsi.

Tenete presente che è abbastanza frequente che animali giovani ed appena inseriti in un nuovo ambiente possano soffiare e cercare di mordere, spesso quando il reale cresce e si ambienta si tranquillizza, ma non è detto: dipende anche dal carattere che ha, anche se non sono la norma ci sono reali abbastanza nervosetti.

faqs: 
pitone reale

Come prima cosa bisogna disinfettare a fondo il terrario e gli arredi con amuchina/candeggina e con vapore in modo da annientarne almeno una prima parte, si allestirà poi il terraio in modo sterile con carta bianca come fondo (per vedere gli acari).
Secondariamente, si prova dapprima con metodi naturali tipo il classico bagnetto in acqua tiepida per il serpente, in modo da far annegare gli acari che porta addosso aiutandoci anche con le mani "accarezzandolo" nel verso testa-coda per eliminare quelli più resistenti.
Tutto ciò probabilmente non basterà, se l'infestazione è pesante occorrerà quindi telefonare o recarci da un veterinario per farci consigliare sul prodotto più indicato da usare (ce ne sono molti e sono praticamente quasi tutti tossici se dosati male).

faqs: 
pitone reale

La muta incompleta o a pezzi è sintomo di vari fattori: bassa umidità o acari. Nel primo caso è consigliabile alzare l'umidità nel terrario, che durante questo procedimento dev'essere mantenuta abbastanza alta (75-85%). Nel secondo caso è consigliabile fare un trattamento antiparassitario con prodotti specifici.

Consultare l'articolo Ecdisi - la muta

faqs: 
pitone reale
Per i baby si consiglia normalmente di non dare prede superiori alla lunghezza del cranio. Questa regola non va più seguita quando l'ofide inizia a crescere, infatti dopo occorrerà dare prede del 20% del peso del serpente.
 
Consultare l'articolo : Alimentazione del pitone reale
faqs: 
pitone reale

La frequenza dipende dall'età e dalle dimensioni dell'animale. Un baby andrà cibato ogni 4/5 giorni e un adulto una volta ogni 10-15-20-25 giorni (dipende da molti fattori). Man mano che l'animale cresce i giorni verranno pian piano diluiti lasciando piu spazio per la digestione. L'ofide non verrà nutrito durante la muta o in fase di premuta , un digiuno non fa male.

Consultare l'articolo : Alimentazione del pitone reale

faqs: 
pitone reale

I reali sono spesso soggetti a periodi di digiuno ed è del tutto normale; quando accade e i parametri di stabulazione e la salute dell'animale sono a posto, occorre riprovare a distanza di 7 giorni circa con altre prede, finchè non si deciderà a ripartire. Sono normali periodi di 2-3 mesi di digiuno, ma non sono rari periodi anche più lunghi. In alcuni casi l'abbassamento della temperatura e diminuzione sia dell' intensità che della durata dell' illuminazione possono portare il pitone reale in uno stato di brumazione, periodo in cui sarà poco attivo e non sarà interessato alle prede.

faqs: 
pitone reale

Normalmente è a causa della disidratazione, ma può anche essere per una posa strana che ha assunto: si consiglia di alzare temporneamente l'umidità nel terrario: 70-75% fino a 80-85% di notte. Controllate attentamente per assicurarsi che non ci siano residui della vecchia pelle attorno all' occhio, in caso affermativo potete fare un bagno in acqua calda e camomilla e rimuovere delicatamente il residuo di pelle, leggete attentamente il seguente articolo prima di procedere: La muta - ecdisi

faqs: 
pitone reale

Niente di grave, è entrato in muta.

La cute dei serpenti e' composta di due strati: il derma e' lo strato piu' profondo, posto sopra il derma si trova l'epidermide, che invece e' lo strato piu' superficiale della pelle.

L'epidermide e' quello strato che il serpente perde durante il processo di muta (ecdisi) che si verifica quando si forma un nuovo strato di pelle.

Quando il vostro ofide sara' in procinto di cambiare la pelle noterete che la sua colorazione diverra' piu' scura e opaca, spesso comincera' a rifiutare cibo (in ogni modo e' bene non darglielo), diverra' meno attivo del solito e in alcuni casi potrebbe presentare una colorazione lievemente rosata del ventre, il particolare che piu' salta alla vista sono comunque gli occhi che diverranno di un grigio bluastro.

Questo cambiamento e' dovuto al liquido linfatico che inizialmente e' opaco, e si forma allo scopo di separare la nuova pelle dalla vecchia(exuvia).
Vedere articolo "Ecdisi (La muta)"

faqs: 
pitone reale

No, non sono feci, i boidi espellono urati dal colorito biancastro/giallo che solidificano abbastanza in fretta.

faqs: 
pitone reale

Ci sono vari modi e svariate teorie; alcune teorie si basano sul dimorfismo sessuale, per cui in base alle dimensioni, la forma, il numero delle squame tra cloaca e coda ecc si cerca di stimare se l'ofide è un maschio o una femmina.

Il metodo più sicuro è comunque il sessaggio tramite apposita sonda, da far eseguire esclusivamente a personale esperto: ricordate che ci vogliono attrezzi appositi, puliti, specifici per la tipologia di ofide e soprattutto tenete presente che un sessaggio fatto da improvvisati esperti può rovinare l'apparato genitale del vostro ofide.

faqs: 
boidi
pitone reale